18 Novembre 2017 Dott.ssa Rebecca Silvia Rossi

La personalità

Con personalità, si indica la modalità di pensare, sentire, e comportarsi di un determinato individuo. Esiste una grande varietà di pensieri ed opinioni riguardo lo studio di questa disciplina, tanto che ogni professionista, a seconda della propria concezione della persona, si focalizza su diverse aspetti del suo funzionamento.

La personalità nel corso di vita

Le persone pur cambiando nel tempo si riconoscono in modo stabile: perchè? Perchè esistono comportamenti che tendono a manifestarsi continuamente nel corso della vita di una persona. Possono differenziare a seconda delle fasi di sviluppo o nelle differenti situazioni, ma sono riconducibili ad uno stesso tratto.

Se questa continuità non è adattiva, non permette all’individuo di relazionarsi con armonia alle differenti situazioni o persone che incontrerà nel corso della vita, si avrà un disturbo di personalità.

Cosa sono i disturbi di personalità?

disturbi di personalità sono tratti inflessibili del carattere, modalità di rapportarsi al mondo che portano ad assumere atteggiamenti non adattivi.

Le caratteristiche più salienti dei disturbi di personalità sono riassumibili nei seguenti punti:

  • sono collocabili lungo un continuum che va dalla patologia alla normalità;
  • sono un’unica costellazione di processi psicologici;
  • coinvolgono processi consci ed inconsci;

Gli individui con disturbo di personalità tendono ad avere schemi disfunzionali che non permettono di interpretare correttamente le informazioni provenienti dall’esterno (e anche dall’interno), codificandole così in modo distorto.

Questa incapacità influisce sulla possibilità di stabilire obiettivi primari e secondari, e di valutare la propria prestazione nel perseguirli.